Parlo, leggo, faccio, città


Il fatto che scriva oggi, martedì, il post della settimana scorsa dovrebbe far pensare che la settimana 258 è stata una specie di apocalisse.
Un po’ sì, ma in senso buono: tante cose da fare, tante persone da vedere, tante idee che stanno prendendo forma. Da come vanno le cose, anche questa settimana 259 non sarà molto diversa.

Ho letto molto (Dio benedica instapaper!). Ecco una raffica di link, senza altro commento.
Perché senza commento? Un piccolo esperimento: mi piacerebbe sapere cosa pensate che io stia pensando adesso, in base alle letture che sto facendo. Le letture sono tutte collegate, anche se non sembra.

Più altre cose, sempre collegate (è sempre tutto collegato), ma più difficili da mettere in relazione. Più i libri.

(Capito perché poi vado così lento con le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco?).

Ho anche twittato una cosa che potrebbe avere sviluppi interessanti. Chissà.

Ma soprattutto ho parlato. Oh, quanto è utile parlare.