Piccole azioni per migliorare la città


Durante la settimana scorsa non è accaduto nulla che valga la pena riferire. Il che non vuol dire che non sia accaduto nulla. E’ stata una settimana piena in cui ho gettato le basi per progetti di cui spero varrà la pena parlare in futuro, in cui mi sono dedicato all’ordinaria amministrazione e in cui, come sempre ho studiato.

Tra le cose che ho letto vi segnalo Tactical Urbanism. Non fatevi intimorire dal termine militare. Come viene riportato nella copertina del documento, tattico va inteso come piccole azioni che perseguono uno scopo più grande, agile nella programmazione per raggiungere uno scopo. E’ il significato corretto. Il PDF descrive semplici azioni volte a migliorare la vita quotidiana in città.
Le città sono importanti: la maggior parte della popolazione umana si è urbanizzata e rendere le città più fruibili attraverso sforzi di programmazione, progettazione, immaginazione e interventi sull’esistente è fondamentale. Lo spettro della Cittadella di Kowloon è sempre dietro l’angolo, soprattutto nelle periferie, mentre la gentrificazione con le sue storture sociali è una realtà con cui bisogna fare i conti.

E qui vi faccio una domanda: avete una posizione sulla gentrificazione? delle idee, un’opinione? Sono curioso di saperlo.

Questa settimana non penso di riuscire a riprendere il lavoro su Twitter for Robots o altri prototipi. Ma venerdì è lontano, chi può dirlo?